Archivio mensile Settembre 2014

DiStefanoStaccone

Stampa 3d, filamenti biodegradabili.

Forse non tutti sanno che…si stampa con il mais.

Come tutti sanno, ormai sono estremamente appassionato di tecnologie legate alla stampa 3d, fino al punto di farle diventare parte integrante della mia professione. Sono estremamente legato alla filosofia dell’open source, il cui concetto è diventato nel tempo il mio esempio da seguire su tutti i settori. Per migliorare la nostra vita dobbiamo condividere le nostre conoscenze intellettuali, in modo da espanderle e accrescere noi stessi sotto il profilo professionale e umano.

Recentemente si è fatta forte l’idea di creare uno shop online, dove oltre alla vendita metterò a disposizione tutte le conoscenze in mio possesso per aiutare chi vuole entrare in questo piccolo universo.

Mi sta a cuore comunque iniziare a puntualizzare alcuni concetti. Come molti sanno, le stampanti 3D vengono alimentate con bobine composte di materiale plastico. Ne esistono diversi tipi, tuttavia non tutti sono biodegradabili. Bisogna quindi fare dei distinguo.

Le principali tipologie di materiali in commercio sono PLA, ABS, TPE. Ogniuna di queste tipologie verrà trattata in modo adeguato, tuttavia l’unico tra di essi biodegradabile è il PLA. Questo è un polimero derivante dall’amido di mais o altre sostanze di provenienza biologica. E’ inodore durante la stampa e semplice da usare. Questo è il principale materiale che voglio sia venduto nel mio shop.

A breve conosceremo insieme, per chi avrà la pazienza di seguirmi, tutte le varianti tecniche di questo materiale. Mai come ora il concetto di “Internet of Things” è alla portata di tutti.

3d printer engine model

Share Button
Show Buttons
Hide Buttons